Vero o falso? 5 prove "amatoriali" per capire se un gioiello è autentico

  • Autore: PIERO GREGORI
  • 05 mag, 2017
Anelli e altri gioielli d'oro
Copiare lo splendore dell'oro vero o la luminosità di un diamante è difficile, ma non impossibile. In circolazione, infatti, esistono copie talmente ben fatte da trarre in inganno un osservatore inesperto. Ma ci sono alcuni trucchi per capire se il tuo gioiello è un falso. Scopriamone alcuni tra i più semplici, realizzabili tra le mura domestiche.

1 - La prova della punzonatura

I gioielli in oro vero sono caratterizzati dalla punzonatura, ovvero un segno sulla superficie, solitamente nascosto, che riporta un numero indicante la quantità d'oro. Tale quantità può essere espressa in carati (10k, 14k, 18k, 22k o 24k, oro purissimo) o in millesimi (da 1 a 999, il più comune è 750). Se la scritta non è all'interno di una figura geometrica, solitamente un rombo, si tratta sicuramente di un falso. Attenzione, però: la mancanza della punzonatura potrebbe essere legata all'usura del tempo nel caso di gioielli antichi.

2 - La prova del morso

Ti sei mai chiesto perché gli atleti mordano le medaglie d'oro o si faccia la prova del morso con le monetine? A differenza di ciò che si potrebbe pensare, l'oro è un materiale morbido. Se, mordendo il tuo oggetto in oro (con cautela!), noti dei piccoli segni, allora probabilmente si tratta di oro vero.

3 - Il test della calamita

Per questa prova ti occorre una calamita molto forte. Avvicinala al gioiello: se viene attratto dal magnete, è sicuramente falso. L'oro, infatti, non reagisce ai campi magnetici. Questo test non è comunque del tutto affidabile, perché alcune leghe particolari si comportano in modo simile all'oro.

4 - La prova della ceramica

Se strofinato sulla ceramica, l'oro vero lascia una scia giallastra. Presta però molta attenzione a non rovinare il gioiello né la ceramica durante questa prova!

5 - Il test della condensa

Come scoprire se un diamante è autentico? Semplice. I diamanti sono ottimi conduttori di calore. Prova ad alitare sulla pietra: se compare la condensa ci sono altissime probabilità che il tuo diamante sia falso.
Ricorda, però, che nessuno di questi metodi è affidabile al 100%: la soluzione migliore è affidarsi a un gioielliere esperto, in grado di fare test che permettano di accertare con sicurezza l'autenticità del tuo prezioso.
Autore: PIERO GREGORI 04 lug, 2017
Un gioiello è sempre un regalo gradito: al di là del valore economico, un prezioso è un oggetto che ci accompagnerà sempre, senza passare mai di moda, un ricordo sempreverde di chi ce l'ha donato. Ma non è facile capire che gioiello regalare per ogni occasione.
Con la nostra guida saprete sempre qual è la scelta giusta per non sfigurare.
Autore: PIERO GREGORI 27 giu, 2017

Eleganti e discrete, piccole ma dalla grande personalità: le perle sono tra i preziosi più amati dalle donne da secoli proprio per la propria raffinatezza.

Vi siete mai chiesti, però, come nascono questi piccole sfere luminose? Scopriamo insieme il processo di nucleazione e di raccolta.
Autore: PIERO GREGORI 05 mag, 2017
Copiare lo splendore dell'oro vero o la luminosità di un diamante è difficile, ma non impossibile. In circolazione, infatti, esistono copie talmente ben fatte da trarre in inganno un osservatore inesperto. Ma ci sono alcuni trucchi per capire se il tuo gioiello è un falso. Scopriamone alcuni tra i più semplici, realizzabili tra le mura domestiche.
Autore: PIERO GREGORI 14 apr, 2017
Certi gioielli sono intramontabili: il fascino di un solitario, per esempio, è destinato a non passare mai di moda. Ma anche il settore della gioielleria non è immune alle tendenze stagionali: monili, metalli e pietre sono protagonisti delle fashion week tanto quanto gli abiti. Scopriamo insieme alcuni dei trend destinati a plasmare lo stile dei preziosi in questa nuova stagione del 2017.
Autore: PIERO GREGORI 29 mar, 2017
Da sempre i gioielli sono più che semplici monili: un anello, un paio d'orecchini o una collana preziosa non sono solo una dichiarazione di stile, ma anche indicatori di status sociale. La concezione di gioielleria come la intendiamo oggi risale al 1800: è allora, infatti, che le botteghe artigiane iniziano a progettare gioielli destinati non solo alla nobiltà, aprendo le porte dei preziosi ad altre classi sociali. Questo implica, ovviamente, una rivoluzione nel campo dei materiali e, di conseguenza, delle tecniche utilizzate per realizzare i gioielli, cartine tornasole della bravura dei gioiellieri, veri e propri artigiani alle prese con una materia prima estremamente difficile da plasmare.
Share by: